fumatori e durata impianti dentali

Quanto durano gli impianti dentali

  • E4Gle_Gr1D
  • 25 Marzo 2019

 

Gli interessati si chiedono spesso “gli impianti dentali quanto durano una volta inseriti?”, è proprio una delle domande chiave che si pone un paziente prima di decidere di sottoporsi ad un’operazione di implantologia.

Preoccupazione più che legittima: visti i costi di intervento i postumi dell’operazione a nessuno piacerebbe recarsi nuovamente in uno studio dentistico per un intervento di sostituzione di un impianto dentale la cui durata vorremmo fosse a vita.

Durata di un impianto dentale

Materiali garantiti a vitaquanto durano gli impianti dentali

La durata di un impianto dentale non dipende dai materiali utilizzati, che vengono garantiti a vita.

Infatti, il materiale di cui è composta la vite endossea, il titanio, ha caratteristiche di biocompatibilità e resistenza meccanica.

Tuttavia viene stimato che gli impianti dentali durino circa 10/15 anni e che statisticamente vi sia una perdita di 5 impianti su 100 superati i 10 anni di vita.

La durata di un impianto dentale dipende dall’età del paziente

È sconsigliato intervenire prima dei 18 anni in quanto lo sviluppo maxillo-facciale potrebbe non essere completo.

In pazienti di giovane età la durata di un impianto dentale potrebbe non essere a vita, necessitando quindi di qualche intervento di sostituzione, soprattutto della protesi dentaria che è la componente estetica dell’impianto dentale.

Se il soggetto in questione invece è in là con gli anni, ad esempio over 70, con buona probabilità a durata dell’impianto dentale sarà per sempre e difficilmente si renderà necessario un intervento di sostituzione.

Fattori che allungano la durata degli impianti dentali

Il successo degli interventi di implantologia oscilla tra il 92 e il 98%, tuttavia il paziente gioca un ruolo fondamentale nel preservare la durata dell’impianto dentale.

I fattori che determinano il successo dell’operazione e quanto dura un impianto dentale sono:

  • Condizione del paziente
  • Stile di vita
  • Igiene orale e manutenzione

Condizione del paziente

fumatori e durata impianti dentali

 La condizione clinica e fisica del paziente è determinante soprattutto per il successo dell’operazione di implantologia.

Una buona condizione fisica del soggetto, con ossa e gengive sane aiuta a eliminare i rischi e le complicanze che potrebbero eventualmente sorgere nel postoperatorio, come la mancata osteointegrazione o il rigetto dell’impianto stesso.

Stile di vita

Uno stile di vita sano è importante per preservare la durata degli impianti dentali.

Al contrario uno stile di vita scorretto, caratterizzato da un’alimentazione squilibrata, dal fumo di sigaretta e dall’assunzione di alcool ne comprometterebbe la durata.

Ad esempio la nicotina crea un problema di irrorazione sanguigna mettendo a rischio la durata dell’impianto dentale.

La stessa cosa vale per le sigarette elettroniche che contengono, seppur in minima quantità, nicotina.

Igiene orale e manutenzione

 La pulizia deve avvenire sia a livello domiciliare che professionale per garantire la durata dell’impianto dentale.

Superato il periodo di guarigione, l’igiene domestica sull’impianto dentale deve essere eseguita come su tutti gli altri denti.

L’igiene dentale deve essere fatta giornalmente, dopo ogni pasto, utilizzando spazzolino, filo interdentale e scovolino dentale.

Una scarsa igiene orale può determinare l’insorgere di infiammazioni.

Manutenzione impianto dentaleigiene e durata impianti dentali

Per garantire una lunga durata degli impianti dentali è fondamentale anche l’igiene professionale con sedute e richiami periodici.

A tale riguardo sono infatti consigliabili:

  • Visite di controllo quadrimestrali o semestrali per verificare l’igiene orale domestica e il lavoro protesico del dentista.

Il controllo della placca batterica serve a prevenire processi di distruzione ossea attorno agli impianti dentali.

  • Sedute di igiene, decisamente più efficaci rispetto all’igiene domiciliare, nonostante l’impegno del paziente a seguire le metodologie e a utilizzare gli strumenti indicati dal dentista.
  • Visite regolari ogni due anni per una revisione completa del lavoro di implantologia.

Questi accorgimenti permettono di allungare la durata degli impianti dentali, riducendo sensibilmente la probabilità di interventi futuri di riparazione o sostituzione delle varie componenti dell’impianto dentale stesso.

 

 

Nessun Commento

Lascia un commento